Intervento al Papa, un medico calabrese nello staff

108

Il medico è Luigi Sofo, nato nel 1956 in Calabria, direttore dell’Uoc di Chirurgia Addominale e professore associato di chirurgia generale alla Cattolica, è tra i massimi esperti in malattie dell’intestino.

I membri dello staff

Sono 10 i medici che hanno operato il Pontefice per stenosi diverticolare sintomatica al colon, tutti provenienti da regioni diverse. Oltre a Luigi Sofo, hanno partecipato all’operazione anche Roberto De Cicco, il più giovane dell’equipe con 37 anni, mentre il più anziano ne ha 73 ed è Giovanni Battista Doglietto, fu il primo aiuto del professor Crucitti durante l’intervento di Giovanni Paolo II nell’81.
Il medico ad operare il Papa è stato il responsabile dell’Unità Operativa complessa di Chirurgia digestiva Sergio Alfieri, con 55 anni. Ad assisterlo c’era anche il medico Roberto Bernabei, 69 anni, direttore del Dipartimento di Scienze geriatriche e ortopediche della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs e ordinario di Medicina Interna all’Universita’ Cattolica, esperto a livello internazionale e autore di oltre 200 lavori in riviste scientifiche e 8 libri.
A occuparsi dell’anestesia è stata la professoressa Liliana Sollazzi, direttore Unità Operativa Complessa Anestesia delle Chirurgie Generali e dei Trapianti, e Massimo Antonelli, direttore Dipartimento e della Scuola di Specializzazione di anestesia e rianimazione all’Università Cattolica.
Gli altri medici che hanno partecipato all’operazione sono Maurizio Soave, 53 anni, dirigente medico dell’Uoc di Anestesia, e due giovani under 45: Roberta Menghi, 39 anni, e Antonio Tortorelli, 43 anni.