La vicepresidente Princi incontra la A.N.N.A.

76
Foto: Ntacalabria

Giorno 11 gennaio 2022 è avvenuto l’incontro tra la Vice Presidente Giusy Princi e l’Associazione Nazionale Navigator. La discussione si è rivelata positiva e ha raggiunto i risultati attesi.

L’11 Gennaio scorso, una delegazione calabrese dell’Associazione Nazionale Navigator è stata ricevuta dalla Vice Presidente e Assessore al Lavoro della Regione Calabria, Giusy Princi.

L’incontro è stato assolutamente proficuo e riteniamo opportuno rendere pubbliche le considerazioni che ne sono derivate.

“In primo luogo, esprimiamo un ringraziamento e un apprezzamento per l’ascolto che abbiamo trovato presso gli uffici della Vice Presidente Princi: è per noi Navigator un riconoscimento importante, alla nostra professionalità di tecnici dei servizi per il lavoro, frutto evidentemente del ruolo che abbiamo svolto e svolgiamo ancora presso i Centri per l’Impiego della nostra regione.

In secondo luogo, evidenziamo la lucida analisi che abbiamo potuto realizzare insieme alla Vice Presidente: sullo stato dei servizi per il lavoro in Calabria, sull’organizzazione e sul potenziamento dei Centri per l’Impiego, sull’applicazione del Reddito di Cittadinanza e sul lavoro di noi Navigator, sui bandi regionali appena pubblicati finalizzati alla selezione di nuovo personale e di nuove professionalità.

Infine, riportiamo le richieste esplicite che abbiamo avanzato all’attenzione della Vice Presidente Princi: (1) correggere le storture e le contraddizioni presenti nei bandi di potenziamento dei Centri per l’Impiego, a partire dal mancato riconoscimento del titolo di servizio per noi Navigator (laddove viene riconosciuto ad altre professionalità contrattualizzate presso la Regione Calabria o suoi enti strumentali) e proseguendo per l’esclusione di alcune classi di laurea nell’accesso ai concorsi stessi (con il paradosso che alcuni professionisti qualificati, con esperienza e formazione specifica nell’ambito dei servizi per il lavoro, non possono partecipare ai concorsi per una mera questione di classi di laurea considerate); (2) assumere una posizione forte in sede di Conferenza Stato-Regioni e nelle interlocuzioni con il Governo centrale, affinché venga insediato un tavolo tecnico-politico con l’obiettivo di individuare una soluzione strutturale alla questione Navigator (per come indicato anche da un Ordine del Giorno presentato dal Deputato Niccolò Invidia e approvato alla Camera dei Deputati in data 21/12/2021).

Attendiamo fiduciosi che la nostra Regione sappia rappresentarci al meglio, come professionisti e come cittadini: siamo lavoratori precari al pari di tante altre figure, abbiamo superato una selezione pubblica di sicuro valore e ci siamo conquistati sul campo il diritto ad avere un futuro occupazionale nell’ambito delle politiche per il lavoro”.