Licei Mazzini per Panuzzo: una fruttuosa collaborazione!

73

Venerdì 13 maggio, al cinema Vittoria di Locri, è stata proiettata la nuova pellicola del regista Bruno Panuzzo, in collaborazione con i ragazzi dei Licei Mazzini di Locri, dal titolo “Pioggia di Londra”. Il cortometraggio è stato integrato a “Locride #due.zero”, un documentario riguardante le innumerevoli bellezze del nostro territorio.

Dopo il successo di “Nautilus”, l’associazione Brumar editore ha ideato un nuovo capolavoro, con un richiamo ancor più forte alle nostre origini e al nostro territorio. Il progetto è stato portato avanti grazie alla fedele collaborazione dei Licei G. Mazzini di Locri e dei suoi splendidi ragazzi dalle qualità innate. Il Dirigente Francesco Sacco ha dimostrato sempre grande disponibilità nei riguardi di Bruno Panuzzo e dei suoi fulgidi progetti, i due, insieme, hanno sempre cercato di mostrare al mondo la parte buona del nostro territorio e sia “Pioggia di Londra” che “Locride #due.zero” ne sono la prova. L’idea di Bruno consisteva nella creazione di due pellicole parallele, che si sarebbero poi fuse per dar vita a un cortometraggio che parli di anni ’60, di musica e, specialmente, della Locride. “Pioggia di Londra”, sponsorizzato anche dal “The official Beatles fan club”, tratta dei vari gruppi che si sono succeduti in quegli anni, con un particolare riguardo al gruppo “Equipe 84”, i cosiddetti “Beatles italiani”, che vennero a suonare a Locri nel lontano 1969. Nel film, quattro ragazzi hanno riprodotto il loro brano più famoso, “Ho in mente te”, per poi essere accolti da una gran folla in festa. “Locride #due.zero” è, invece, un documentario illustrativo, nel quale vengono mostrate le eccellenze del nostro territorio, tra le quali proprio la scuola Licei Mazzini di Locri. All’interno del documentario è stato, inoltre, posto un importante quesito: vale la pena o no restare nella Locride? Una grande particolarità del documentario è l’alternarsi della lingua italiana all’inglese, il tutto ad opera dei due presentatori: lo studente Umberto Galea e la giovane professoressa Maria Antonietta Reale. Giorno 13 maggio 2022, il lavoro è stato per la prima volta proiettato, all’interno della sala blu del cinema Vittoria di Locri. Il regista ha visto assistere con estrema curiosità e attenzione i moltissimi ragazzi presenti in sala, senza distinzioni di età. La visione del film è stata accompagnata dalla premiazione dei numerosi partecipanti e collaboratori di Bruno Panuzzo. Tra tutti, a esser premiata per prima è stata la moglie del professor Francesco Sacco, da pochi anni passato a miglior vita, al quale il prodotto cinematografico è stato eccezionalmente dedicato. Il successo di Bruno Panuzzo e del suo progetto è certificato dalle innumerevoli recensioni positive ricevute, che hanno apprezzato e incoraggiato l’operato dell’artista, il quale non ha intenzione di fermarsi; pronta già una nuova pellicola volta sempre di più alla promozione della nostra terra e della nostra gente!

Umberto Galea