Maestro Francesco Giorgi, Cittadino Illustre di San Luca

699

La decisione del Consiglio Comunale di conferire il titolo di “Cittadino illustre di San Luca” al maestro stilista Francesco Giorgi è quanto mai opportuna ed appropriata. Francesco è veramente uno dei personaggi di cui la cittadina può andare orgogliosa. Del resto, in barba a quanti hanno preso di mira il paese con calunniose e inventate bugie, San Luca da tempo conferisce al mondo personaggi di grande livello.

A partire da Francesco Stranges, medico personale alla corte reale palermitana borbonica dopo il 1799, ad Antonio Alvaro, poeta, a Domenico Giampaolo, medico e scrittore, a Corrado Alvaro, grande scrittore, uno dei protagonisti della letteratura europea del ‘900, a Padre Stefano De Fiores, il più grande teologo di mariologia cattolica, professore nelle maggiori università vaticane, e tanti altri personaggi sparsi per il mondo che hanno lasciato nei paesi ospitanti l’impronta del loro valore e della loro creatività.

Chi è Francesco Giorgi?

Francesco Giorgi è uno di quei personaggi esemplari per intelligenza, talento innato e volontà di riuscire. Da piccolo ha deciso di diventare un grande sarto ed ha frequentato i “mastri” del paese e dei paesi vicini. A sedici anni, come molti ragazzi del paese, che ormai nei loro luoghi non avevano altro da apprendere, decise di trasferirsi, prima in Piemonte e poi a Trieste, città che l’ha accolto amorevolmente, dove ha trovato un maestro di origine calabrese che l’ha instradato nel mestiere più nobile, ma anche difficile, se s’intende esercitarlo con vera passione. Viene eletto Presidente della sua categoria e dura in carica per venti anni di fila
In breve, Francesco diventa il più conosciuto e ricercato sarto della città e della Venezia Giulia. Ma la fama della sua bravura si estende presto al resto dell’Italia e successivamente al resto dell’l’Europa.

La sua popolarità di mâitre couturier di alto livello gli procura clienti in tutta Europa: ha Lavorato per la RAI, alla quale dava anche in noleggio vestiti, specie di gala, per i suoi attori. Ha confezionato abiti anche per personaggi della stessa televisione come Magalli, Michele Mirabella e tanti altri che restano tuttora suoi clienti. Partecipò alle Conventions di Alta moda in giro per il mondo organizzate dalla Scottland tessuti: Rio de Janeiro, Miami, Singapore, Pechino, ecc. Su invito degli organizzatori spedisce a Los Angeles una collezione di abiti da cerimonia per la notte degli Oscar dell’anno 2008. Nel 2013, viene organizzata a ROMA una mostra di tutti i Presidenti della repubblica italiana, a Francesco tocca di confezionale un abito virtuale per il Presidente Gronchi. Nel 1995, su invito del Console della Mongolia si reca a Ulan Bator, capitale mongola, dove riceve una grande accoglienza e onorificenza, e organizza una sfilata di gran moda per quel popolo, con grandissimo successo, tanto che i vicini Cinesi la vorrebbero anche loro.

Una caratteristica essenziale della casa di moda Francesco Giorgi di Trieste è l’armonia lavorativa che il maestro è riuscito a creare, da sempre, nell’azienda, e la stima dei suoi collaboratori nei suoi confronti, che Il maestro ha ricambiato sempre affettuosamente.
Tanto altro di potrebbe dire della sessantennale carriera del Maestro sanluchese, ma per non essere prolissi, ricordiamo solo l’attaccamento alla sua terra ed ai suoi parenti sanluchesi e della moglie, careroti. Ogni anno, benché pieno di impegni di lavoro e di rappresentanza, corre in Calabria a salutare i suoi parenti e i tanti amici e, come lui dice, per respirare aria di casa.

Fortunato Nocera