Petrilli, di Taurianova, medaglia d’argento nel tiro con l’arco

157

La Calabria è ancora protagonista alle Paralimpiadi di Tokyo.

Vincenza Petrilli è medaglia d’argento nel tiro con l’arco ricurvo femminile, classe open categoria W2.

La 31enne di Taurianova ha perso per un punto, 6-5 (10-9), la finale contro l’iraniana Zahra Nemati, che porta così a tre le medaglie d’oro vinte in altrettante edizioni consecutive dei Giochi, conquistando un record assoluto.

Per l’Italia, che ha battuto ampiamente il medagliere del 2016 a Rio, è la 55/a medaglia a questi Giochi. Per la campionessa paralimpica, quella di Tokyo 2021, invece, è la prima Olimpiade.

La vita di Vincenza è cambiata qualche anno fa, vittima di un grave incidente e da allora ha assunto una consapevolezza diversa, sia rispetto ai propri mezzi che rispetto al senso vero della sua vita.

Grande soddisfazione del Presidente facente funzione della Calabria, di Taurianova, che su facebook ha scritto: “Grande onore per Taurianova e la Calabria. Ulteriore posizionamento della nostra atleta Enza Petrilli”.