Serie A: Rino Gattuso alla Fiorentina

Il tecnico calabrese sarà il nuovo allenatore della Viola.

84

Il campionato è appena finito e prima che si infiammi il calcio mercato dei calciatori, parte come sempre il valzer degli allenatori. Quest’anno ci saranno diversi cambi, probabilmente ben più della metà delle squadre che parteciperanno alla prossima serie A. Uno dei primi ad accasarsi è stato Gennaro Gattuso che ha firmato un biennale con la Fiorentina di Rocco Commisso. Da tempo il patron italoamericano aveva messo nel mirino l’ex giocatore del Milan e con un blitz ad inizio settimana è arrivata la classica fumata bianca.

Dopo un anno e mezzo a Napoli con alcuni alti e bassi, si chiude il rapporto tra la società partenopea e l’allenatore con un tweet del presidente De Laurentis a pochi minuti dal fischio finale dell’ultima partita di campionato. Il rapporto con De Laurentis non è mai decollato in questa stagione, ma non bisogna dimenticare che meno di un anno fa il Napoli conquistava una Coppa Italia con tantissimi meriti del tecnico.

A Firenze come giocherà?

È prematuro fare ipotesi di calciatori, visto che il calciomercato non è ancora partito, ma possiamo sbilanciarci sul modulo che potrebbe essere il 4-3-3. Tra i giocatori attualmente in rosa, il tecnico calabrese ritrova una vecchia conoscenza dei tempi del Milan come Giacomo Bonaventura. Potrebbero arrivare a Firenze anche due giocatori che hanno fatto bene quest’anno a Napoli sotto la guida del nuovo tecnico e dovrebbero essere Hysai e Politano. La priorità però e rivolta verso i due pezzi pregiati della formazione della viola, Ribéry e Vlahovic. Se rimarranno per la prossima stagione o se decidessero di accasarsi altrove cambierebbero le strategie della società. Il francese parrebbe propenso a restare un’altra stagione, il serbo invece ha diverse squadre interessate al lui e probabilmente prenderà del tempo per valutare la situazione.

Questa nuova avventura ha buone possibilità di essere un ottimo sodalizio. Ora tocca lavorare insieme tra staff tecnico e società per allestire una rosa all’altezza e dare tutte le armi possibili per rendere al meglio in campionato. C’è da migliorare il tredicesimo posto di questa stagione e soprattutto le sole 9 vittorie. L’orizzonte non sembra così cupo e il tecnico di Corigliano Calabro ha sempre messo tanto lavoro e tanta passione ottenendo spesso buoni risultati. Nelle formazioni che ha allenato ha sempre lasciando un ottimo ricordo sia umano che professionale tra i calciatori e i tifosi che comunque hanno sempre apprezzato il suo modo di gestire il gruppo.