Si è spento Gianni Nazzaro

66

Si è spento Gianni Nazzaro, un grande uomo di spettacolo.

Chi era Nazzaro

Nato a Napoli il 27 ottobre 1948, Nazzaro debutta nel mondo dello spettacolo nel 1965
Nel 1967 si affaccia al festival di Napoli con Sulo ppe mme e ppe te, l’anno successivo è a Un disco per l’estate con il brano Solo noi. Nel 1970 arriva il successo al Festival di Napoli con Me chiamme ammore, in coppia con Peppino Di Capri. L’anno dopo Nazzaro partecipa a Canzonissima con Far l’amor con te e Miracolo d’amore, nel 1972 domina Un disco per l’estate con Quanto è bella lei, che resterà tra i suoi più grandi successi.
Nel 1974 con Questo sì che è amore. Tra le sue hit degli anni ’70, portate sul palco di Sanremo, L’amore è una colomba, Bianchi cristalli sereni, Non voglio innamorarmi mai, A modo mio, ma anche In fondo all’anima. All’Ariston tornerà nel 1983 con il brano Mi sono innamorato di mia moglie. Nel 1987 proverà a tornare al festival con Perdere l’amore, brano che non supera le selezioni ma che l’anno successivo sarà portato alla vittoria da Massimo Ranieri: un episodio che segnerà la carriera di Nazzaro, alimentando le voci su una rivalità tra i due artisti. Al festival tornerà però nel 1994, con Squadra Italia, per presentare Una vecchia canzone italiana. Nazzaro è stato anche attore, nei film musicali anni ’70 Ma che musica, Maestro e Venga a fare il soldato da noi e in tempi più recenti nelle soap Un posto al sole e Incantesimo. È stato nel cast di Tale e quale show, condotto da Carlo Conti su Rai1, edizione 2014, vincendo una puntata proprio con “Perdere l’amore”. Negli ultimi anni ha recitato nei musical Hello Dolly (con Loretta Goggi e Paolo Ferrari) e Victor Victoria (con Matilde Brandi e Paolo Ferrari).

Il ricordo

Tempo fa il mio fraterno amico Massimo Emanuelli durante un’intervista declamò una mia poesia e Gianni la apprezzò molto. In questo momento così delicato vorrei inviare un abbraccio ai familiari.

Franco Barillaro