Siderno: l’IIS Guglielmo Marconi inizierà un progetto scientifico internazionale

118

L’IIS Guglielmo Marconi, di Siderno, inizierà a breve una collaborazione con l’University of Exeter (Inghilterra) e Sapienza, Università di Roma per un progetto scientifico internazionale di ricerca.

L’IIS Guglielmo Marconi, di Siderno, con il nuovo anno scolastico 2021\2022, inizierà una collaborazione con l’University of Exeter (Inghilterra) e Sapienz, Università di Roma per un progetto scientifico internazionale di ricerca dal titolo “A Girls’Eye-view: Girlhood on the Italian screen since 1950s”, finanziato dall’Arts and Humanities Research Council, organo che promuove e finanzia la ricerca scientifica nel campo delle arti e delle scienze umane nel Regno Unito.

L’istituto di Siderno, diretto dal Preside Domenico Zavettieri, ha accolto con entusiasmo l’invito del team di ricerca, inoltre, risulta essere l’unico in Calabria ad essere coinvolto in un progetto con due realtà universitarie internazionali.

Il vicepreside Bruno Pelle e la professoressa Francesca Bellantone hanno iniziato a lavorare da questa estate, affinché il progetto potesse partire all’inizio dell’anno scolastico. Il progetto è finalizzato all’analisi della rappresentazione dell’adolescenza femminile (letteralmente girlhood) nel cinema italiano, a cui verrà aggiunto un focus sulla tv e, in particolare sulla serialità televisiva, con l’intenzione di portare lo studio di quest’ultimo nel campo della ricerca scientifica italiana.

Gli studenti dovranno produrre dei saggi videografici, basati sulle loro interviste e focus group con analisi di film, non mancheranno recensioni da parte delle scuole partecipanti al progetto.

I risultati, alla fine, saranno inseriti in un libro della casa editrice Routledge, dal titolo A Girls’ Eye View: Girlhood and Film in Italy nelle versioni inglese e italiana.

Gli eventi previsti saranno tre tavole rotonde nei principali festival cinematografici italiani sulla sensibilizzazione alla rappresentazione della fanciullezza nella cultura italiana che coinvolgeranno le scuole partners, giovani donne, attiviste e figure del settore: critici cinematografici, registi e produttori. In programma, inoltre,  proiezioni di film e festival cinematografici tematici con diversi cinema in Italia e nel Regno Unito.