Olimpiadi di Tokyo, un calabrese nella squadra dell’Italvolley

150

Il gruppo di calabresi, che parteciperanno ai giochi olimpici tenuti a Tokyo, si allarga. L’Italvolley può contare sull’esperienza di Daniele Lavia, classe 1999, proveniente da Rossano.

Tempo fa, dedicammo un piccolo spazio agli sportivi calabresi che voleranno in Giappone a contendersi un posto nel podio, Simone Alessio (teakwondoka) e Giovanni tocci (tuffatore), a cui facemmo anche un’intervista.

Un altro Calabrese si aggiunge, e partirà in vista delle olimpiadi di Tokyo, ovvero Daniele Lavia, classe 99, proveniente da Rossano. È stato convocato a tutti gli effetti e dunque potrà dimostrare il suo valore da schiacciatore, affianco ai suoi compagni con più esperienza, il primo su tutti Ivan Zaytsev. La partenza delle formazioni tricolori è fissata per il 16 luglio dall’aeroporto di Fiumicino con un volo delle ore 16.10.
Lavia è stato protagonista con la nazionale già dall’estate 2019 dove ha fatto parte della spedizione azzurra nella VNL, nel torneo di qualificazione olimpica di Bari ed agli Europei.

Il team è così formato:

Allenatore: Gianlorenzo Blengini

Palleggiatori: Simone Giannelli, Riccardo Sbertoli

Opposto: Luca Vettori, Ivan Zaytsev

Schiacciatori: Osmany Juantorena, Jiri Kovar, Daniele Lavia, Alessandro Michieletto

Centrali: Simone Anzani, Gianluca Galassi, Matteo Piano

Libero: Massimo Colaci

«Arrivati a questo punto – si esprime così il commissario tecnico Gianlorenzo Blengini – con una rosa di 16 giocatori tutti avevano le qualità per poter far parte di questa spedizione sia dal punto di vista tecnico sia da quello dell’attitudine al lavoro. Le scelte fatte si basano sulla necessità di ricerca degli equilibri in ogni singolo reparto e più in generale dalle esigenze complessive di un gruppo che dovrà sviluppare un determinato tipo di gioco. Ripeto: tutti hanno dimostrato qualità e attitudine, ma le necessità di squadra hanno la priorità e il regolamento ci impone la scelta di soli dodici atleti.»